Evento

Alla Galleria Borghese via al programma di accessibilità al museo

Per proseguire nel coinvolgimento dei visitatori con disabilità e fragilità diverse nelle attività della Galleria Borghese e nell’ambito dell’ampio programma di accessibilità avviato dal Museo, mercoledì 4 settembre è stato collocato nell’area esterna, di fronte alla facciata della palazzina, un pannello tattile accompagnato da un testo sia in Braille sia con carattere ingrandito per le persone cieche, ipovedenti e con normale riduzione della facoltà visiva.

Questa è la prima tappa di un più vasto progetto che comprende la collocazione di materiali tattili negli spazi interni della Galleria Borghese, secondo il piano di completo rifacimento degli spazi museali dedicati all’accoglienza e ai servizi attualmente in corso.
Galleria Borghese_pannello tatt ile_1_©Valerio Quattrucci_1-1Il pannello tattile, ausilio pensato per essere utilizzato da tutti, anche dalle persone che hanno scarsa consuetudine con la lettura di piante e planimetrie, fornisce brevi informazioni in lingua italiana e inglese sulla Villa e sul Casino nobile realizzati dal cardinale Scipione Borghese, nipote di Papa Paolo V, all’inizio del XVII secolo.

In occasione della posa in opera del pannello tattile, sabato 21 settembre la Galleria Borghese propone un percorso speciale con il quale il museo partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio 2019. Un itinerario che dal cuore della Villa raggiunge il Museo e si conclude presso il pannello, per raccontare la storia dell’ambizioso progetto di Scipione, legando insieme vicende storiche, materiali d’archivio e testimonianze dei viaggiatori del tempo.

Al percorso verranno invitati non solo gli abitanti del quartiere che frequentano abitualmente la villa (le famiglie, gli sportivi, i turisti, i proprietari di cani, coloro che attraversano il parco per andare al lavoro), ma anche i minori non accompagnati del Centro CivicoZero e le persone che frequentano un centro di salute mentale della ASL Roma 1, con i quali sono in corso progetti, insieme a persone con disabilità diverse, non vedenti, sorde e con problemi motori, che collaborano con la Galleria. Alcuni di loro parteciperanno in veste di narratori svelando particolari inediti che vogliono ricostruire il genius loci della Villa attraverso il racconto delle tante passioni di Scipione.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...