Cultura

Nasce Enolan, il connubio ideale tra cibo e cultura nella provincia romana

In tutta Italia, nel Lazio in particolare, esistono tantissimi siti culturali attualmente inaccessibili al pubblico o che semplicemente sfuggono all’attenzione delle guide e restano fuori dai percorsi canonici tra i monumenti e i luoghi più famosi. A questo enorme patrimonio artistico nazionale e locale i ragazzi di Enolan 2.0 hanno deciso di dedicare tutta la loro attenzione puntando su un connubio che nel nostro Paese dovrebbe essere la carta vincente per un turismo senza rivali: arrivare alla cultura del territorio passando per la cultura del cibo.

L’idea di Enolan 2.0 si tramuta in un’iniziativa, al momento su base locale, che punta sul coinvolgimento delle attività ristorative (bar, ristoranti), di accoglienza (B&B, strutture ricettive) e commerciali (negozi) mirata alla creazione di una piattaforma che normi, agevoli e pubblicizzi in automatico gli scambi tra i vari protagonisti della filiera (P.A., aziende, artigiani).

Questo cosa vuol dire? Che il pubblico avrà a disposizione un’offerta di servizi trasversali che attrarrà nuove presenze sui territori e confermerà quelle di chi già abitualmente fruisce delle bellezze e delle eccellenze del nostro territorio. La piattaforma sarà chiamata a gestire attori, fornitori e clienti, integrando real time i servizi erogati da ognuno. Gli ordini tra i vari “nodi” della rete saranno tracciati e gestiti dai partner senza bisogno di specifiche competenze informatiche.

In pratica, ogni esercizio associato diventerà un vero e proprio info point della rete. E il cliente, oltre a consumare ciò che viene offerto, potrà ordinare un prodotto di un partner, visionare una promozione o prenotare per esempio una visita guidata ad un museo o un biglietto del teatro mentre sta facendo aperitivo o si trova a cena. Le transazioni verranno registrate e tracciate dalla piattaforma in modo da generare report e indicatori che aiuteranno il manager di rete e le amministrazioni a gestire i processi e a verificarne i risultati attesi.

Il consorzio Enolan 2.0 al momento è attivo nei comuni di Albano Laziale, Lanuvio e Nemi e comprende oltre 30 soggetti imprenditoriali del territorio afferenti la filiera enogastronomica: si tratta perlopiù di micro e piccole imprese, a carattere spesso familiare. Ma la rete è aperta a chiunque voglia prendervi parte. Spiega Davide Battista, project manager di Enolan, che l’iniziativa è “un progetto volto alla creazione di una sinergia di territori limitrofi, con lo scopo comune di valorizzare un patrimonio storico-paesaggistico ed enogatronomico di enorme valore”. Maggiori informazioni potete trovarle su enolan.it.

Qui, intanto, trovate i siti che si possono visitare attraverso Enolan:

– ALBANO LAZIALE
Sepolcro detto degli “Orazi e Curiazi”
Catacombe di S. Senatore
Porta Pretoria
Chiesa della Stella
Chiesa di San Pietro
Chiesa di Santa Maria della Rotonda
Palazzo Savelli
Museo Archeologico
Villa Doria Pamphilj
Museo Seconda Legione Partica
Duomo (Cattedrale di Ssan Pancrazio)
Convento dei Frati Cappuccini
Chiesa San Paolo
Anfiteatro Severiano
I Cisternoni

– LANUVIO
Borgo Medioevale
Museo Civico di Lanuvio
Sito archeologico Via Astura – Ponte Loreto
Santuario di Giunone Sospita
Chiesa Collegiata
Fontana degli Scogli
Sarcofago Marmoreo
Palazzo Colonna

– NEMI
Palazzo Ruspoli
Tempio di Diana Nemorense
Museo delle Navi Romane

The Parallel Vision ⚭ _ Redazione)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...