#lammazzacaffè

#Lammazzacaffè: Kurtney Love <3

Le cose andarono più o meno in questo modo. Come sempre accade, cioè nel peggior modo possibile per alcuni, nel migliore per altri. Kurt era un ragazzo come tanti ce ne sono. Lo ricordate, caschetto d’oro e arruffato, occhi cenere, malconci, tristi. Scoliosi anacronistica del chi presumibilmente ha un macigno troppo grande da portare sulle spalle, sebbene così giovane. 

Cresciuto negli anni più complessi della storia, dotato di un talento, fra tanti, quello di riconoscersi maledetto per essere nato proprio in quel tempo. Si faceva volere bene scarsamente, perché non conosceva esattamente le dinamiche dell’amore. A lui nessuno spiegò mai come farlo. Non era cattiveria la sua, o scarsa volontà, semplicemente non sapeva come fare ad amare. “Come si fa a distribuire questa cosa di cui ci hanno dotati chiamata amore?”, si chiedeva ripetutamente. E ripetutamente si rispondeva, “boh. Sono nauseato dall’amore. Ne ho fatto indigestione. Io amo, amo talmente tanto da odiare. Odiarmi fino al punto di uno sparo”. Bang! 

Ci sono 1000 modi per morire. Spararsi è uno dei più semplici. Sparire, continuando a respirare, è quello più difficile. Il 5 aprile del 1994 Kurt Donald Cobain, frontman del gruppo mondialmente riconosciuto con il nome di NIRVANA, scelse quello più facile. Era matto, sin dall’infanzia, sin dalla nascita. E odiava la gente. Se avesse maturato il talento artistico per la pittura – pare che fosse bravino -, il disegno tecnico, il videomaking o il bricolage sarebbe stato ancora qui tra noi. Ma non l’avremmo mai riconosciuto e sicuramente oggi non ci mancherebbe affatto. 


L’AUTRICE
Ho scritto 10 romanzi – di cui 2 conclusi e pubblicati -, un corale, un musical, brani, articoli, interviste, pezzi, aforismi, memoranda, lapidari, fiabe e barzellette. Ho vinto qualche premio e ricevuto un po’ di applausi. Poi ho smesso di fumare e ho perso l’appeal, come Vasco da quando non si droga più. Ghost writer di “writers” più famosi. Questo rubrica la dedico a tutti. A tutti quelli che amano l’aroma del caffè mischiato al sapore alcolico dell’inchiostro sul moleskine.
Elisa Mauro

INFO
Sito Ufficiale
Elisa Mauro su Facebook
Elisa Mauro su Instagram

The Parallel Vision ⚭ _ Elisa Mauro)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...