Cultura

Romics XXV! Defoe, Bilotta, Hull e… Batman tra i super ospiti del festival

Arriva l’appuntamento primaverile di Romics, il festival internazionale di fumetto, animazione, cinema e games che taglia il traguardo della 25esima edizione, la prima di questo 2019 a cui seguirà poi il consueto evento del prossimo ottobre. Romics XXV si svolgerà come sempre negli immensi padiglioni della Fiera di Roma dal 4 al 7 aprile e accoglierà decine di grandi ospiti italiani ed esteri, alcuni dei quali premiati con il prestigioso Romics d’Oro.

I vincitori della statuetta di Romics, per questa edizione, saranno Reki Kawahara (scrittore giapponese di light novel e manga), Ryan Ottley (uno dei disegnatori più importanti del fumetto statunitense contemporaneo), Alessandro Bilotta (autore, sceneggiatore, soggettista e story editor di alcune delle più famose serie a fumetti come Dylan Dog e Mercurio Loi), George Hull (uno dei più importanti concept designer degli ultimi anni con, tra i suoi credits, “Blade Runner 2049“, “The Matrix: Reloaded“, “Transformers 3“, “Star Wars Episode VIII – Gli ultimi Jedi“) e Willem Defoe, star del cinema mondiale con un curriculum che vanta “Platoon“, “Assassinio sull’Orient Express“, “Spiderman“, “Aquaman” e tantissimi altri.

In programma, inoltre, una magnifica mostra dedicata all’uomo pipistrello più famoso al mondo. Per i suoi 80 anni, Romics omaggia Batman con un’esposizione che rappresenta la prima tappa delle celebrazioni mondiali legate all’alter ego di Bruce Wayne, apparso per la prima volta sulla rivista “Detective Comics” numero 27 il 30 marzo 1939. Nel padiglione del Movie Village troverete quindi tavole originali, statue ufficiali, omaggi d’autore, installazioni e contenuti transmediali.

Ma la grande novità di Romics 2019 è il Romics Camp, una call rivolta a singoli o a team di innovatori e creativi con l’obiettivo di individuare idee che abbiano un potenziale di mercato nei segmenti new media & entertainment. “Romics Camp rappresenta un tentativo di ibridazione virtuosa” racconta Andrea Riccio dell’Università La Sapienza, partner dell’iniziativa. “L’idea è quella di fare rete e valutare l’impatto che questa può avere sulla società“.

Stiamo vivendo un anno simbolo per l’immaginario fantascientifico e distopico” racconta Sabrina Perucca, direttrice artistica di Romics. “Un’epoca […] che vive nelle suggestioni tra l’immaginato/immaginario e il reale, dal presente al prossimo futuro e in cui la tecnologia che fino a qualche anno fa sembrava fantascienza è divenuta di uso comune. […] A Romics 2019 il pubblico si immergerà in questi mondi, dal fumetto, al cinema, alla narrativa, al disegno live. Un unico grande spettacolo per portarci nei meandri della fantasia e nelle possibilità del nostro prossimo futuro“.

Romics si svolgerà alla Fiera di Roma (Via Portuense 1645) dalle 10 alle 20. A QUESTO LINK trovate tutte le tipologie di biglietto e abbonamento disponibili, mentre QUI potete consultare il programma completo di Romics 2019.

The Parallel Vision ⚭ _ Paolo Gresta)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...