Teatro

#Recensione: “Posso lasciare il mio spazzolino da te?” al Teatro de’ Servi

3 adulti eternamente bambini e un uomo mascherato, proiezione delle nostre paure più nascoste. Sono questi i protagonisti della black comedyPosso lasciare il mio spazzolino da te?” in scena dal 18 al 20 febbraio al Teatro de’ Servi per il nostro consueto appuntamento con la stagione Fuoriclasse in collaborazione con il Teatro dell’Orologio.

Una drammaturgia articolata, quella proposta dallo spettacolo firmato dalla regia di Massimo Odierna. Sulla linea di narrazione maestra si diramano storie più piccole e parallele che, una volta liberate, si trasformano in nuove possibilità espressive senza però venire approfondite nella trama principale.

52369217_2371628282936468_5692862430816763904_nPiccoli grandi spaccati di quotidianità quelli proposti da “Posso lasciare il mio spazzolino da te?”. Un’attrice alle prese con un’eterna sperimentazione artistica e di vita, l’eclettica Martina Galletta, ricontatta il suo ex fidanzato dopo aver scoperto di essere incinta. L’ex, Luca Mascolo molto convincente nella sua perfomance, è un timido e insicuro ragazzo per bene che divide le proprie giornate (e lo squallido appartamento nel quale vive) con un perdigiorno nichilista, il dirompente Alessandro Meringolo.

Senza soldi, senza idee o ideali, alle prese con la scelta dell’assunzione di responsabilità che li introduca alla vita adulta, i 3 protagonisti cercano di portare in scena il disagio che accompagna i giovani di oggi che rincorrono sogni senza essere sostenuti dagli strumenti di realizzazione necessari e sufficienti.

51270148_2015139558541234_3419971140842422272_oPer cercare di dare un senso nuovo alle proprie vite i ragazzi decidono di organizzare una rapina a discapito di un anziano e benestante signore. La rapina si risolverà in un enorme fallimento che allontanerà definitivamente le strade dei 3 amici. Il messaggio che arriva si traduce con un insegnamento semplice quanto reale: impossibile cambiare radicalmente le nostre vite se non decidiamo di cambiare intimamente. Chi d’inganno ferisce, d’inganno perisce.

Rimangono le nostre paure a farci compagnia il più delle volte e, nello specifico della commedia proposta, rimane Luca Pastore in scena con la sua maschera e l’interpretazione silente ed essenziale di un’entità indefinita fra ironia e inquietudine. Dalle paure non puoi scappare: quelle le devi affrontare. Anche la scenografia scarna e cupa sottolinea l’amarezza degli eventi raccontati in “Posso lasciare il mio spazzolino da te?”.

52090414_2373506996081930_963192071630356480_nPer essere certa anche questa volta di non dimenticare nessun appunto di viaggio, vi (ri)propongo la sintesi schematica di questo lavoro che concorre per aggiudicarsi un posto nel cartellone 2019/2020 del Teatro de’ Servi (noi di The Parallel Vision facciamo orgogliosamente parte della giuria critica):

(s)punti forti: “Posso lasciare il mio spazzolino da te?” è uno spettacolo che porta con sé un bagaglio di potenzialità drammaturgica importante. L’andamento essenziale della narrazione è perfettamente in linea con gli spunti registici offerti.

(s)punti deboli: sarebbe bello lasciare più spazio all’enfasi che gli attori impiegano per raccogliere l’attenzione del pubblico sulle riflessioni esistenziali ed etiche della vita, riportando in equilibrio l’intera performance proposta.

(s)punti tecnici: interessante la scelta scenografica e delle musiche utilizzate. 

(s)punti e basta: “Posso lasciare il mio spazzolino da te?” è uno spettacolo che deve coraggiosamente da crisalide divenire farfalla. Raccontare il disagio non è impegno semplice. Soprattutto se, come appare nelle intenzioni del regista, si comprende l’urgenza di farlo in maniera originale e non ripetitiva.

Voto: 6

The Parallel Vision ⚭ _ Raffaella Ceres)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...