Teatro

Teatro Argot Studio, inizia a Trastevere la stagione numero 35

L’Argot continua a esistere perché ce n’è bisogno“. Potrei anche chiuderla qui, con le parole del direttore artistico di Argot Produzioni Maurizio Panici. In fondo se il Teatro Argot Studio è arrivato alla stagione numero 35 un motivo ci sarà. La qualità, certo, della proposta artistica. E anche la sua posizione strategica nel cuore di Trastevere.

Ma è soprattutto la commistione tra vecchia e nuova guardia, la capacità di rinnovarsi e tuttavia rimanere “fedeli alla linea”, di rischiare e investire su testi sperimentali e compagnie emergenti che forse distingue davvero l’Argot e l’opera che porta avanti dal 1984.

teatro-argot-studio-2018-2019-IMG_2574Il Teatro Argot Studio vive della perenne necessità di indagare il contemporaneo, di rimanere casa per gli artisti che sono passati e che passeranno, di offrire spazio e fiducia a chi inevitabilmente non la trova in altri contesti. Sono infatti ben 7 le produzioni Argot che andranno in scena nella prima parte della stagione, dal 3 ottobre 2018 al 27 gennaio 2019. 7 debutti che, come afferma Francesco Frangipane, direttore artistico del teatro assieme a Tiziano Panici, “abbiamo voluto fortemente far nascere in casa, come dei figli da accudire, amare, proteggere, prima che spicchino il volo”.

La stagione 2018/2019 è infatti divisa in 2 parti, una dedicata alle produzioni interne al teatro e un’altra alle ospitalità. Dal 31 gennaio fino al 12 maggio avrete modo di godervi gli spettacoli di Margine Operativo, Fabiana Iacozzilli/Lafabbrica, Menoventi, Kronoteatro, Trento Spettacoli/Woody Neri/ Andrea Baracco e molti altri.

42247802_10156739420216103_5127283154251415552_nAd aprire il nuovo anno artistico del Teatro Argot Studio sarà “Volevamo essere gli U2 ma forse era meglio Vasco” (3-21 ottobre), sequel della commedia di successo “Volevamo essere gli U2” che nel 1990 ha debuttato proprio sul palco di Via Natale del Grande 27 e che segna il ritorno all’Argot dell’autore e regista Umberto Marino e del cast originale.

Di seguito, trovate la prima parte della stagione 2018/2019 dell’Argot:

– Dal 3 al 21 ottobre 2018
VOLEVAMO ESSERE GLI U2 ma FORSE ERA MEGLIO VASCO
scritto e diretto da Umberto Marino
con (in o.a.) Marco Galli, Enrico Lo Verso, Alberto Molinari, Carolina Salomè, Francesca Sau, Federico Scribani
scene Alessandro Chiti
costumi Paola Bonucci
light designer Giuseppe Filipponio
regista assistente Maria Stella Taccone
assistente volontario Claudio Cesaroni

– Dal 23 al 31 ottobre 2018
UN MONDO PERFETTO
scritto e diretto da Sergio Pierattini
con Manuela Mandracchia, Paolo Giovannucci ed Emanuele Carucci Viterbi
scene e costumi Tommaso Bordone
musiche Gwyneth Schaefer
assistente alla regia Eugenia Pulci

– Dall’8 al 17 novembre 2018
ZIO IVAN
da A. Čechov
adattamento e regia Alice Spisa
con (in o.a.) Nicola Andretta, Amerigo Fontani, Aliosha Massine, Maria Chiara C. Pederzini, Marco Quaglia, Stefano Scialanga, Alice Spisa, Giulia Trippetta
scene e costumi Daniele Spisa
aiuto regia Aliosha Massine

– Dal 20 al 25 novembre 2018
PER CATERINA
scritto e diretto da Aliosha Massine
con Daniele Parisi e Pio Stellaccio
scene e costumi Maia Vacirca
luci Valerio Camelin

– Dal 27 novembre al 2 dicembre 2018
ELOGIO DELLA FOLLIA #ilikedopamina
liberamente ispirato all’ “Elogio della Follia” di Erasmo da Rotterdam di Aleksandros Memetaj
regia Tiziano Panici
interpreti/performers Aleksandros Memetaj, Yoris Petrillo, Tiziano Panici
musiche e ambienti sonori Giovanni Di Giandomenico
consulenza e sound designer Christian Bocchi
foto di scena ed elaborazione grafica Manuela Giusto
video a cura di Manuela Giusto e Fabio Trifoni
produzione Argot Produzioni e Twain | Centro di Produzione Danza del Lazio
con il sostegno di Kilowatt Festival/Capotrave (Sansepolcro), Qui e Ora Residenza (Arcene), IAC –
Centro Arti Integrate (Matera)

– Dal 5 al 23 dicembre 2018
7 ANNI
di José Cabeza e Julia Fontana
traduzione e adattamento Enrico Ianniello
regia Francesco Frangipane
con (in o.a.) Massimiliano Benvenuto, Vincenzo De Michele, Arcangelo Iannace, Giorgio Marchesi
luci Giuseppe Filipponio
scene Francesco Ghisu
costumi Cristian Spadoni

42201393_1825215320849073_5837819071705382912_o

Il direttore artistico di Argot Produzioni nonché presidente onorario e fondatore del Teatro Argot Studio Maurizio Panici (a destra)

– Dal 22 al 27 gennaio 2019
BEST FRIEND
scritto e diretto da Giuseppe Tantillo
con Francesco Brandi e Giuseppe Tantillo
scene Antonio Panzuto
costumi Alessandro Lai
luci Daria Grispino
regista assistente Valentina Carli

The Parallel Vision ⚭ _ Paolo Gresta)
(Foto: © Manuela Giusto)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...