Arte

“La Roma dei Re”, oltre il mito della fondazione ai Musei Capitolini

La fondazione di Roma affonda da sempre nel mito e nei racconti leggendari tramandati nel corso dei secoli. Ma c’è anche un fondamento storico, ovviamente. Anche se mai troppo approfondito e mai del tutto esauriente.

Da oggi, tuttavia, le origini della Città Eterna escono un po’ di più dalle ombre grazie a “La Roma dei Re. Il racconto dell’Archeologia“, un’interessante esposizione organizzata da Zètema Progetto Cultura all’interno dei Musei Capitolini che dona alla città oltre 800 reperti mai presentati prima al pubblico che ricostruiscono, a ritroso, la vita di Roma dal 1000 al 500 a.C.

La Roma dei Re‘ è il primo appuntamento di un ciclo programmato sul racconto dell’archeologia” sottolinea il sovrintendente di Roma Capitale Claudio Parisi Presicce. “La mostra racconta non solo la città antica, ma anche la società che si è andata sviluppando nei secoli e la storia dell’affermazione di Roma attraverso i suoi materiali archeologici“.

L’esposizione dei Musei Capitolini, curata dallo stesso Presicce assieme a Isabella Damiani, è divisa in 8 sezioni attraverso cui si passa dai Santuari e Palazzi della Roma regia ai riti sepolcrali, dall’area dedicata agli scambi e ai commerci a quella degli indicatori di ruolo femminile e maschile fino agli oggetti di lusso, ai corredi funebri e all’ultima parte della mostra in cui sarà possibile prendere in mano e toccare le ricostruzioni di oggetti in bronzo e in ceramica.

Non più, quindi, solo Romolo e Remo, la Lupa che allatta i 2 gemelli, i mitici 7 Re e 7 Colli di Roma. “La Roma dei Re” getta una luce nuova sul periodo fondativo della città e sulla sua fase più antica e quindi ancora misteriosa e affascinante.

La mostra andrà avanti fino al 29 gennaio 2019 e sarà aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30. L’ingresso è gratuito per i possessori della MIC Card ed è stata realizzata in collaborazione con Mibac, Parco Archeologico del Colosseo, Sapienza – Università di Roma, Università della Calabria, University of Michigan e con i preziosi prestiti di Museo Nazionale Romano, Museo delle Civiltà e Soprintendenza per l’Area Metropolitana di Napoli.

The Parallel Vision ⚭ _ Paolo Gresta)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...