Arte

La Madonna Esterházy di Raffaello a Palazzo Barberini

Rimarrà a Roma fino all’8 aprile la bellissima Madonna Esterházy dipinta da Raffaello intorno al 1508, opera che segna il passaggio dell’artista dal suo periodo fiorentino a quello romano. All’interno di una politica di scambi “etici” tra musei italiani ed esteri, la Madonna Esterházy viene esposta nelle stanze di Palazzo Barberini sotto la curatela di Cinzia Ammannato.

Il quadro di Raffaello è ospitato all’interno del Museo Nazionale di Belle Arti di Budapest ma, in occasione della sua attuale chiusura, è stato concesso questo “prestito eccezionale“, come sottolinea la curatrice, che si incrocia con la momentanea partenza della Fornarina per la mostra “Raffaello e l’eco del mito“, in svolgimento a Bergamo.

Il dipinto certifica il passaggio di Raffaello dal mondo fiorentino a quello romano“, racconta la dottoressa Ammannato. “Infatti il partito di fondo del disegno di base (composto da campagna ed alberi) sparisce poi nel quadro. Questo perché l’artista prima si trova a Firenze e poi si sposta a Roma. Sullo sfondo, infatti, compaiono quelli che forse sono il Tempio di Vespasiano e la Torre dei Conti“.

La Madonna Esterházy è uno dei dipinti più delicati e sentimentali dell’artista marchigiano“, conclude la curatrice. L’opera è una tavola in pioppo di piccole dimensioni (29 x 21,5 cm) ed è messa a confronto con il disegno preparatorio conservato presso il Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, rappresentato a Palazzo Barberini con una riproduzione di grande formato.

La Madonna Esterházy prende il nome dalla famiglia ungherese che possedette il dipinto fino alla seconda metà dell’800, prima che la collezione passasse allo Stato e al Szépmuvészeti Múzeum di Budapest nel 1871. L’opera venne inoltre trafugata il 5 novembre 1983 e ritrovata dai Carabinieri in un convento greco abbandonato, nella località di Eghjon.

La Madonna Esterházy è visitabile dal martedì alla domenica, dalle 8.30 alle 19. Il costo del biglietto per Palazzo Barberini-Corsini (Via delle Quattro Fontane 13) è di 12 euro, ridotto 6 euro. Il biglietto è valido dal momento della timbratura per 10 giorni in entrambe le sedi del museo: Palazzo Barberini e Galleria Corsini.

The Parallel Vision ⚭ _ Paolo Gresta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...