Musica

#Recensione: Lucio Leoni, “Il lupo cattivo”

Lucio Leoni è uno che ha fatto dei pezzi più formativi della sua vita palchi estemporanei di sperimentazione. Dalla musica al calcio fino al teatro per tornare alla musica, di nuovo, la musica, quella che non dice mai di no. E la musica, infatti, lo riaccetta a braccia aperte, prima come sound engineer, poi nel ruolo, più consono, di menestrello.

Tornato, dunque, a fare musica in prima persona Lucio Leoni presenta il suo terzo lavoro “Il lupo cattivo” per Lapidarie Incisioni/Distribuzione Sony. Qualche annetto fa il cantautore romano aveva già dato prova delle sue attitudini istrioniche sul palco, ben dotato di favella com’è, con l’album “Lorem Ipsum”, molto apprezzato dalla critica che conta.

Lucio-Leoni-il-lupo-cattivo-2Noi, che contiamo molto meno di quella, pensiamo che Leoni in questo lavoro abbia riprodotto magnificamente la confusione dei tempi, il dover necessariamente esprimere tutto, insieme, e sovrapporre parole, concetti, fonemi, sovrastare i monologhi, gli pseudo dialoghi, come nel brano “Le interiora di Filippo”. Qui non c’è inizio, non c’è fine, non c’è sintesi, neppure nella musica. Tutto è un mix di cose, tra strutture elettro pop, hip hop, mosse beat in una scomposta versione bluvertighiana.

Nei suoi testi, che ricordano in fondo anche i drammi di Carmelo Bene, la necessità è quella di non tacere mai. Dati i tempi percorsi, e precorsi, dobbiamo darci da fare e dire quanto più possibile, perché s’invecchia in fretta, il lupo cattivo è dietro l’angolo, un boccone, e finisce la festa. Il trucco sembra essere quello di dire quanto più sappiamo, quanto più crediamo di sapere.

Lucio-Leoni-il-lupo-cattivo-1Il pezzo “Sigarette”, invece, è quello del tempo sincopato, del tempo che non c’è, del sospiro che butta fuori fumo e guai. “Pensa”, dice Lucio Leoni, “alla sofferenza di un poeta, a quanto è salutare, mentre fa vomitare, la bieta, pensa alla propulsione tensiva di un’opera incompleta”.

Leoni canta, parla e canta, perché la struttura dei suoi testi è teatrale, di un teatro sperimentale, di un teatro moderno, lontano anni luce dai Pirandello e dagli Shakespeare, come è anche giusto che sia, ma vicino a noi, così vicino da non riuscire a guardarlo come vorrebbe essere guardato.

Lucio-Leoni-il-lupo-cattivo-2017-3La miopia in musica è una cosa che uccide chi ascolta, chi tace, perché l’unica cosa che può fare chi tace è vedere, vederla, la musica. E come dice il cantautore in “Mapuche”, uno dei brani più dolci, blues e aromatizzato al jazz che ci sia in tutto l’album, “ognuno ha le mani che si merita, ognuno fa quello che sa fare”.

L’esagerazione dei movimenti e dei turbamenti, il contrasto tra le favole e le parole liturgiche fanno di questo lavoro un concetto carico di roba che in effetti può far temere chi non è pronto a un ascolto così adulto, come i lupi ad esempio. Il clima che ricorda questo album è quello tiepido, mite e affettuoso dei migliori cantautori romani.

Silvestri, in primis, ma non mancano tantissime altre citazioni negli undici brani di “Il lupo cattivo”, di cui uno edito, che rappresenta una particolarissima riscrittura di “Io sono uno” di Luigi Tenco. Sembra essere scelta apposta, questa canzone meravigliosa, proprio indirizzata a chi vomita parole come fossero “bieta” masticata, che resta un alimento dolce, succoso, verdissimo e in grado di far bene, sebbene stia zitto. Sempre.

The Parallel Vision ⚭ _ Elisa Mauro)

Lucio-Leoni-il-lupo-cattivo-4

Lucio Leoni – Il Lupo Cattivo
Etichetta: Lapidarie Incisioni/Distribuzione Sony
Anno: 2017
Genere: Cantautorato

Tracklist:
1) La pecora nel bosco
2) Stile libero
3) Le interiora di Filippo (prod. Giorgio Distante)
4) Sigarette
5) Mapuche
6) Perchè non dormi mai
7) Niente di male
8) Impossibile essere possibile feat. Vonneumann
9) Piccolo miracolo
10) Io sono uno
11) Il lupo cattivo

Info:
Pagina Facebook Ufficiale

Annunci

2 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...