Cultura

WeACT³, accordo pubblico-privato per portare la tecnologia a Palazzo Barberini

Lo scorso 31 ottobre a Palazzo Barberini, l’Associazione Civita e le Gallerie Nazionali di Arte Antica hanno presentato il progetto “WeACT³- Agire insieme. La Tecnologia per Arte, Cultura, Turismo, Territorio“, un’iniziativa per la valorizzazione delle Gallerie attraverso la messa a sistema di soluzioni tecnologiche offerte da un gruppo di imprese ed Enti associati a Civita.

L’incontro è stata l’occasione per i vari partner del progetto di firmare il contratto di sponsorizzazione tecnica con il Museo, nonché un atto esecutivo per l’Enea che ha preso parte all’iniziativa assieme ad Avvenia, Consorzio Glossa, Data Management PA, Enea, Ericsson, Gruppo DAB, Logotel, Mastercard, Oracle, Vodafone e Wind Tre.

Palazzo-Barberini-Foto-di-Alberto-Novelli-3

Palazzo Barberini, Foto di Alberto Novelli

È importante vedere atti concreti come questo“, ha sottolineato il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, intervenuto all’evento assieme a Flaminia Gennari Santori (Direttore Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma), Gianni Letta (Presidente Associazione Civita) e Cesare Avenia (Presidente Comitato “Innovazione e Cultura” Associazione Civita). “Dal 2013 abbiamo messo in moto un meccanismo virtuoso per cui, oggi, i Beni Culturali sono uno dei settori in cui c’è stata più crescita. Dobbiamo incrementare in tutti i modi la collaborazione tra pubblico e privato, 4 anni fa ho cercato di iniziare ad abbattere questa barriera perché era sbagliata. Si possono fare tante cose, se c’è collaborazione“.

Questo accordo, infatti, rappresenta un’unicità nel rapporto pubblico-privato. Per la prima volta un gruppo di undici imprese, coordinate dall’Associazione Civita, giunge alla firma congiunta di un contratto di sponsorizzazione tecnica mettendo a disposizione una serie di interventi a vantaggio delle Gallerie Nazionali di Roma, un museo con due sedi, Palazzo Barberini e la Galleria Corsini.

Palazzo-Barberini-Foto-di-Alberto-Novelli-2

Palazzo Barberini, Foto di Alberto Novelli

Nel dettaglio, gli interventi riguarderanno:

– Il monitoraggio ambientale e l’efficientamento energetico, a cura di Avvenia Srl ed Ericsson Telecomunicazioni Spa;
– La gestione e il controllo centralizzato dei sistemi di Sicurezza Fisica attraverso una piattaforma software di supervisione, a cura della Gruppo DAB SpA;
– La costruzione di un modello integrato di gestione della conoscenza attraverso i contenuti digitali sul patrimonio del Museo, a cura di Consorzio Glossa;
– L’incremento del flusso delle visite tramite un’app disegnata per facilitare la fruizione e l’interpretazione delle collezioni delle Gallerie Corsini a cura di Consorzio Glossa;
– Strumenti di Digital Marketing a cura di Oracle e Data Management PA SpA;
– L’ampliamento dei servizi di pagamento digitali a cura di Mastercard;
– Un progetto esecutivo per lo sviluppo del Mobile Ticketing a cura di Vodafone e Wind Tre;
– La collaborazione alla promozione del Museo a cura di Associazione Civita, Logotel ed Ericsson;
– L’acquisizione di immagini ad alta definizione con laser scanner a colori e la ricostruzione fotogrammetrica 2D e 3D ai fini della conservazione e della fruizione di alcune opere a cura di Enea.

Palazzo-Barberini-Foto-di-Alberto-Novelli-1

Palazzo Barberini, Foto di Alberto Novelli

Inauguriamo una fase importante della collaborazione tra pubblico e privato” ricorda Gianni Letta. “Questo esperimento darà molte marce in più al progetto“. “Sono felice e orgoglioso di questa sfida, abbiamo rappresentato un esempio che va portato avanti. Qui firmiamo quella che è la prima parte del progetto, questo è un punto di inizio” conclude invece Cesare Avenia.

La proposta progettuale WeACT³ si basa sull’adozione di soluzioni tecnologiche innovative volte ad attrarre e fidelizzare nuovi pubblici anche attraverso il coinvolgimento dei giovani, nonché ad incrementare la partecipazione dei cittadini avvicinandoli alla conoscenza delle collezioni delle Gallerie grazie alla partecipazione alla vita culturale promossa da queste ultime.

Palazzo-Barberini-Foto-di-Alberto-Novelli-4

Palazzo Barberini, Foto di Alberto Novelli

L’obiettivo è cercare di creare una tendenza per cui questo particolare modello di gestione possa essere replicato e applicato anche altrove su altri siti culturali e che quindi WeACT³ rappresenti solo la prima di una serie di tappe, da intendersi su scala locale e nazionale.

The Parallel Vision ⚭ _ Paolo Gresta)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...