Festival

Gli Under 25 alla conquista di Roma: ecco Dominio Pubblico 2017

Una direzione artistica diversa anno dopo anno, fatta da una trentina di persone. Tutte rigorosamente under 25. È questo il marchio di fabbrica di Dominio Pubblico, il festival della creatività che torna quest’anno dal 30 maggio al 4 giugno negli spazi interni ed esterni del Teatro India.

Dominio Pubblico – La città agli under 25 festeggia la quarta edizione con circa 50 eventi e oltre 100 artisti ospitati nei 6 giorni della manifestazione, per una rassegna multidisciplinare in cui trovano spazio musica, teatro, arti visive, danza, workshop, performance, installazioni, audiovisivi.

Tutti gli spettacoli in cartellone sono stati scelti da questo gruppo di giovanissimi, provenienti dal “vivaio” del Teatro Argot Studio e del Teatro dell’Orologio. “Il teatro pubblico ha tante missioni, ma quella principale è puntare sui nuovi talenti“, ricorda Antonio Calbi, direttore del Teatro di Roma che da tre anni appoggia l’iniziativa.

È un nostro dovere. Abbiamo dato completa carta bianca, totale libertà d’invenzione e sperimentazione. ‘Dominio Pubblico‘ è un inedito e strategico progetto dedicato agli artisti e agli spettatori più giovani, dal nome eloquente che è già un manifesto anche di visione politica“.

Il festival, ideato e diretto da Tiziano Panici, Luca Ricci e Fabio Morgan, presenta quest’anno due novità di rilievo: il Premio Nuovo IMAIE per la valorizzazione dei “Talenti Emergenti Under 25″ e la partnership con SIAE-SILLUMINA dopo la vittoria nel bando sulle periferie urbane.

Una vera e propria occupazione degli spazi di Roma, insomma. Oltre al Teatro India, infatti, luogo principale del festival, in Dominio Pubblico sono coinvolti anche il Nuovo Cinema Aquila e il Teatro Quarticciolo. Un’occupazione a cui, però, manca il soggetto istituzionale centrale della città, ovvero il comune.

Cambiano le amministrazioni, ma il comune di Roma resta assente” sottolinea Fabio Morgan. “Neanche quest’anno l’amministrazione capitolina ha dato il suo contributo a Dominio Pubblico. Chiederò che sia rivisto il modello delle convenzioni, come si fa a Milano. Cercheremo comunque di istituire un metodo di confronto tra generazioni basato su un riconoscimento dei ruoli. Noi che siamo i più ‘anziani’ non vogliamo consigliare i giovani, ma vogliamo che sbaglino e che imparino da soli“.

Come gli anni scorsi, anche stavolta Dominio Pubblico sarà un festival accessibile a tutti, con biglietti che vanno dai 5 agli 8 Euro e tantissimi eventi ad ingresso gratuito. Tutte le informazioni e il programma completo dell’appuntamento romano sono disponibili collegandosi al sito www.dominiopubblicoteatro.it.

The Parallel Vision  _ Paolo Gresta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...