Arte

Le locandine dei film un tempo erano dipinte. Oggi le trovate in un museo

C’è un museo, in Italia, unico nel suo genere. Ce ne sono parecchi, a dire il vero, che purtroppo non si conoscono abbastanza, ma oggi vi parlo del Cinema a Pennello, l’unico luogo nazionale dedicato all’esposizione permanente di bozzetti originali dipinti per manifesti cinematografici.

Cos’è un bozzetto? È un dipinto realizzato da artisti, che nel mondo del cinema si chiamano cartellonisti, su un foglio di carta o cartoncino a tempera e acquerello. Questi lavori, una volta accettati dalla casa di produzione, venivano stampati in tipografia come manifesti di vari formati (locandina 35 x 70 – 2 fogli 100 x 140 – 4 fogli 140 x 200).

C’erano poi i formati più grandi destinati ai palazzi delle città: 6 fogli, 12 fogli, 24 fogli. Prima del bozzetto veniva disegnato lo schizzo preparatorio che, una volta avuto l’ok del regista e produttore, si ultimava con il bozzetto definitivo.

Il Cinema a Pennello raccoglie quindi tutte queste opere originali proponendo al pubblico un percorso suddiviso in due sezioni. Anzi, in primo e secondo tempo. Si comincia con i bozzetti disegnati nel periodo che va dalla fine degli anni ’50 a quella degli anni ’70. Si passa poi al piano superiore dove troverete le opere comprese tra l’inizio degli anni ’30 fino alla fine dei ’50.

Circa 150 i bozzetti messi in mostra. Una minima parte, però, di quelli custoditi dal museo, che ne conta più di un migliaio. Opere d’arte trascurate negli anni, dimenticate e spesso gettate via come rifiuti, che il Cinema a Pennello vuole invece valorizzare per sensibilizzare l’opinione pubblica a riscoprire tanti artisti caduti nell’oblio.

Tra le sale del museo troverete infatti i volti di Claudia Cardinale e Giancarlo Giannini dipinti da Rodolfo Gasparri, quelli di Marilyn Monroe e Anna Magnani ritratti da Enzo Nistri, Ava Gardner vista da Angelo Cesselon, Steve McQueen dipinto da Maro (Mauro Innocenti) e moltissimi altri.

Il museo dei bozzetti si trova a Montecosaro, in provincia di Macerata, all’interno di Palazzo Marinozzi, in Via Giuseppe Mazzini 64. Essendo una struttura privata, si possono scegliere giorno e ora per prenotare una visita guidata. A QUESTO LINK trovate tutti i riferimenti del museo. Ulteriori dettagli sul Cinema a Pennello sono disponibili collegandosi al sito www.cinemaapennello.it oppure cliccando sulla sua Pagina Facebook Ufficiale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...