Arte Cultura Mostre

La mostra personale di Antonio Meneghetti dal 20 maggio al Complesso del Vittoriano

Antonio Meneghetti non è stato soltanto il fondatore dell’Ontopsicologia, un intellettuale famosissimo in Russia e Brasile, l’autore di numerosi testi di riferimento e il discusso personaggio attorno a cui si sono raccolti migliaia di “adepti” che hanno seguito fedelmente i suoi insegnamenti. Meneghetti ha infatti sempre amato l’arte, producendo un gran numero di opere durante tutto l’arco della sua vita, una parte delle quali sono state raccolte nella mostra “Antonio Meneghetti” che sarà allestita dal 20 maggio al 26 giugno presso l’Ala Brasini del Complesso del Vittoriano a Roma.


L’evento, prodotto dalla Fondazione Meneghetti, è la prima tappa di un percorso che vuole valorizzare e fare conoscere nel mondo l’opera unica e preziosa dell’artista anche attraverso la sua prima completa monografia edita da GLI ORI – Editori Contemporanei che sarà presentata in occasione della mostra. Saranno più di 100 i pezzi esposti tra dipinti, sculture, oggetti di design e gioielli che, insieme ad alcune videoproiezioni, rappresentano uno spaccato importante dell’immensa e poliedrica produzione di Meneghetti.


L’artista e intellettuale abruzzese (Avezzano, 1936 – Faxinal do Soturno, 2013) ha trattato nella sua arte temi diversi che andavano dal figurativo al minimale, usando materiali come ceramica, vetro, ferro o bronzo. Al centro degli oggetti di design c’è sempre l’uomo, caratterizzato da una varietà infinita che si rifà alle poliedriche percezioni e ai molteplici punti di vista del soggetto. Guido Curto, Direttore di Palazzo Madama a Torino, lo descrive come “un uomo geniale, generoso e gioioso. Questo aspetto della sua forte personalità lo ritroviamo nel suo fare artistico“.


Antonio Meneghetti“, curata da Ermanno Tedeschi, porta dunque a Roma opere ospitate in alcuni dei più prestigiosi musei e sedi istituzionali del mondo, come la Rocca Paolina di Perugia, Palazzo Ducale a Venezia, Castel dell’Ovo a Napoli, oltre che a San Pietroburgo, Brasilia e Pechino. Pamela Bernabei, presidente della Fondazione Meneghetti, ha voluto ricordare con la pubblicazione di un libro di circa 400 pagine, edito da GLI ORI – Editori Contemporanei, le opere e l’immenso lavoro che Antonio Meneghetti ha realizzato nella sua vita in tutte le forme in cui si presenta l’arte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: