Intervista Teatro

#Intervista: Fabrizio Parenti, gli ultras e “I Furiosi” al Teatro India

Fino al 28 febbraio, il Teatro India di Roma ospiterà “I Furiosi“, uno spinoso testo di Nanni Balestrini del 1994 portato in scena con l’adattamento di Federico Flamminio e la regia di Fabrizio Parenti. Una sorta di poema in prosa che racconta il mondo degli ultras, il vuoto delle esistenze di chi fa della curva una nuova casa o quella che non ha mai avuto e il senso di appartenenza a una comunità di chi non è stato mai parte di nulla.
Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con il regista dello spettacolo, cercando di capirne qualcosa in più. Ascoltiamolo.

i-furiosi-3
Fabrizio, intanto vorrei chiederti com’è stato adattare il testo di Balestrini al teatro. Hai avuto qualche difficoltà particolare o è stato un lavoro agevole?

Il lavoro che si fa per tradurre in scena un testo letterario è sempre faticoso. Bisogna dare una struttura fisica a una lingua, collocarla in una dimensione visiva ma senza tradirne lo stile, serve una grande concentrazione e la certezza della propria direzione.

i-furiosi-4
So che hai letto il libro molti anni fa. Perché hai scelto di rappresentarlo a teatro e cosa ti ha affascinato di più, di questa storia?
Il libro mi colpì per la sua natura di poema in prosa epico e tragicomico e mi sembrò subito perfetto per diventare uno spettacolo. Poi, da una parte l’amore per Balestrini e dall’altra alcuni dati biografici simili alla materia del libro mi convinsero definitivamente.

i-furiosi-2
Pensi anche tu che gli ultras siano davvero i nuovi “cavalieri erranti” e che esista un’”epica della curva” da raccontare?

Penso che ogni forma di radicalità e di appartenenza, per quanto lontana da noi, risulti comunque interessante e meriti di essere raccontata.

i-furiosi-1
“I Furiosi” sono dunque “le anime sole e senza patria” che nell’appartenenza a una squadra e nel lottare per la propria bandiera, trovano un motivo per riempire la propria vita. C’è un colpevole, per una situazione del genere?
I colpevoli sono molti, alcuni anche con buone intenzioni. La perdita di quello che era la passione e la fede nella nostra società è frutto di un lavoro d’equipe.

i-furiosi-21
Hai detto che i tifosi sono gli ultimi portatori di una radicalità. A cosa ti riferisci?

Penso che la radicalità, il lottare contro il precostituito e contro qualunque potere sia ormai merce rara, quindi va considerata sempre, anche quando si manifesta in forme apparentemente insensate. Che poi per gli ultras sono immensamente sensate, perché li collegano a tanti altri prima di loro.

i-furiosi-5
Cosa vorresti che la gente pensasse, una volta visto il tuo spettacolo?
Che sentisse un improvviso bisogno di furia.

Info:
Pagina Facebook Ufficiale del Teatro India
Sito Ufficiale del Teatro India

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: