benessere Cultura

Settimana del benessere sessuale, via alla nona edizione

Settimana del benessere sessuale, la nona edizione fino all’1 ottobre

sesso-benessere-sessuale-bacio-kiss-coppia-couple-uomo-donna-man-woman-sea-mare
Photo by Adam Kontor on Pexels.com

Torna l’appuntamento con la Settimana del Benessere Sessuale firmata da FISS, la Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica.

6 giorni di incontri e consulenze gratuite offerte dagli specialisti di tutta Italia con la possibilità di porre domande agli esperti su sessualità, educazione sessuale e affettività.

La Settimana del Benessere Sessuale andrà avanti dal 26 settembre fino all’1 ottobre e sarà come sempre uno dei più importanti e utili eventi a Roma e in Italia dei prossimi giorni.

Eventi a Roma: la nona Settimana del Benessere Sessuale

Tema dell’indagine abbinata alla SBS è la chirurgia estetica delle parti intime.

Più del 90% dice di non averci mai pensato ma quasi tutti ne hanno sentito parlare.

Fra gli interventi più desiderati ci sono il ringiovanimento vaginale e la labioplastica.

Gli appuntamenti organizzati dai soci della FISS hanno lo scopo di sensibilizzare la popolazione verso il tema della salute sessuale.

La Settimana del Benessere Sessuale giunge alla nona edizione con il desiderio di tornare a incontrare la gente per parlare delle tematiche che riguardano le relazioni affettive e sessuali“.

Così il professor Salvo Caruso, presidente della FISS, ginecologo e associato dell’Università di Catania.

La chirurgia estetica dei genitali

Come ogni anno, la Federazione ha condotto un’indagine online con lo scopo di conoscere gli orientamenti della popolazione su nuovi fenomeni e tematiche di attualità.

Il questionario per l’edizione del 2022 ha indagato quali sono le posizioni che gli italiani hanno riguardo alle pratiche di chirurgia estetica dei genitali.

Il trend di interventi è infatti in crescita da anni anche in Italia.

Questo tipo di chirurgia spesso viene richiesta dalle persone per sentirsi in armonia con il proprio corpo e vivere serenamente la propria sessualità” commenta Caruso

Dietro le richieste di chirurgia estetica delle parti intime non c’è solo vanità ma anche percorsi che le persone compiono per affermare la propria identità” afferma la dottoressa Roberta Rossi, psicosessuologa e past president della FISS.

Gli interventi più noti: circoncisione, imenoplastica e ringiovanimento vaginale

Secondo l’indagine, nessuno dichiara di essersi sottoposto a un’operazione di chirurgia estetica dei genitali.

E anche la stragrande maggioranza (oltre il 90%) non ha mai pensato di farlo. Quasi tutti però ne hanno sentito parlare.

Fra gli interventi più noti ci sono, nell’ordine:

  • la circoncisione
  • l’imenoplastica
  • il ringiovanimento vaginale
  • l’aumento del punto G
  • la rimozione scrotale
  • il lifting del pene

Chi è stato sfiorato dall’idea di bussare alla porta del chirurgo per le parti intime ha considerato l’ipotesi di sottoporsi al ringiovanimento della vagina e alla labioplastica, cioè alla chirurgia delle piccole labbra. 

L’influenza negativa da parte della famiglia

Oltre l’80 per cento degli intervistati dichiara di non essersi mai sottoposto a un intervento e ben il 74% dei partecipanti sostiene di non averne mai sentito il bisogno.

Fra i fattori annoverati per non rivolgersi al chirurgo estetico, per il 96% c’è la disapprovazione che ne deriverebbe da parte di amici e familiari.

I pochi che dicono di aver fatto ricorso affermano che la decisione è stata influenzata dall’insoddisfazione per il proprio aspetto.

Seguito poi dal desiderio di migliorare la sicurezza ed essere più attraenti. 

Stare meglio con sé stessi

Chi si è sottoposto agli interventi di chirurgia estetica afferma di aver voluto colmare un senso di insoddisfazione personale per il proprio aspetto fisico.

I partecipanti dichiarano di aver fatto ricorso agli interventi per migliorare in primo luogo l’immagine, l’autostima e l’umore.

La maggioranza invece crede che avrebbe migliorato la relazione sessuale con il partner.

Sul fatto che siano pericolose le operazioni, più del 36% è d’accordo così come il 45% ritiene che siano dolorose e il 43% che facciano sentire le persone più sicure di sé.

Dati sull’indagine

Il questionario è stato elaborato dal comitato scientifico della Federazione italiana di sessuologia scientifica e diffuso in forma anonima sul sito e sui social della Fiss da aprile a luglio 2022. Alle domande hanno risposto 816 persone. La maggior parte era residente al Nord e si è dichiarata di sesso femminile. Più della metà ha conseguito la laurea.  

Informazioni

La Settimana del Benessere Sessuale è stata organizzata con il patrocinio della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCEO) e del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi (CNOP).

Maggiori informazioni potete trovarle sul sito www.fissonline.it.

Mettete quindi la Settimana del Benessere Sessuale 2022 tra i prossimi eventi a Roma da non lasciarsi sfuggire.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: