Cultura Musica

Sanremo 2022, Mahmood e Blanco vincono con “Brividi”

Sanremo 2022, Mahmood e Blanco vincono il festival con “Brividi”

ragazzi-premio-palma-coriandoli-sorriso-cravatta-sanremo-2022-mahmood-blanco
Blanco e Mahmood, vincitori del Festival di Sanremo 2022 con il brano “Brividi

Inaspettato, vero?

Ma vi pare che il primo articolo che scrivo dal mio notebook nuovo fiammante debba essere dedicato proprio alla vittoria del simpatico Mahmood?

Com’è ironica, a volte, la vita.

La serata finale del Festival

La prima esibizione è quella di Noemi, vestita di tutti gli specchietti che ho rotto nella mia breve ma intensa carriera da automobilista e, checché se ne dica, le sta d’incanto.

Nell’ultima serata è molto più sciolta e disinvolta, si diverte e mi fa apprezzare ancora di più il suo pezzo.

uomo-sorride-classifica-mahmood-blanco-elisa-gianni-morandi
Amadeus con il podio di Sanremo 2022

Ranieri e D’Amico

Massimo Ranieri è per me l’ideale dell’uomo d’altri tempi: sempre composto, rispettoso ed educato.

Una voce potente e dolce allo stesso tempo.

Rimango ogni volta incantata dalla capacità ipnotica delle sue mani mentre canta: movimenti e gesti calmi, armonici e posati, perfettamente in linea col suo canto.

Al contrario Dargen D’Amico è proprio lo zio simpatico, un po’ scemo ed eterno single che arriva ai pranzi di famiglia un po’ brillo.

Divertente il suo brano, sento che ce lo porteremo fino a settembre.

Il monologo – non monologo di Sabrina Ferilli

Co-conduttrice della serata è Sabrina Ferilli che, quando Amadeus le fa capire che è il suo “momento” sul palco, esordisce con: “Io non ho monologhi stasera. Sono passati 2 anni in cui di monologhi ce ne siamo fatti anche tanti”.

E poi si domanda: “Ma perché devo per forza associare un problema di cui parlare alla mia presenza all’Ariston?”.

Ma alla fine comunque ci dice qualcosa che è sempre bene rimarcare: per parlare di certe cose bisogna averne la competenza.

In questa ultima serata ho avuto modo di rivalutare molto e positivamente Irama.

Cantante fluido dalle mille sfaccettature che spazia da brani impegnati di cui è anche autore, al reggae, alle hit estive più leggere avendo sempre un’ottima riuscita.

Stavolta con “Ovunque sarai”, dal testo di una bellezza indiscutibile che mi smuove tutta l’anima, ha anche tirato fuori una voce che non ci aspettavamo: profonda e potente che trasmette tutto quello per cui le parole non bastano.

La sua delicatezza sta anche nel portare Gianluca Grignani all’Ariston, con le sue debolezze e le sue fragilità, ma soprattutto la poesia che merita tutto il calore che gli è stato mostrato.

uomo-ragazza-papillon-sorrisi
Gianni Morandi ed Elisa, rispettivamente terzo e seconda classificata

Ospite: Marco Mengoni che si rivolge agli haters

Marco Mengoni, insieme a Filippo Scotti, legge le parole di Franco Arminio e cita la Costituzione.

Con un elogio alla gentilezza ricorda a tutti, specialmente agli haters, che le parole hanno un peso e che le tastiere sono armi.

La serata procede e pare che stavolta i cantanti si siano presentati tutti completamente vestiti e nessuno a torso nudo. Progressi.

Restano comunque coerenti gli assurdi abiti de La Rappresentante di Lista.

Finalmente arriviamo alla fine.

Un breve sipario con l’esibizione del nuovo pezzo pop di Orietta Berti Luna piena” e poi Amadeus che rappa con Fabio Rovazzi il quale, quasi scusandosi, confida che negli ultimi 2 anni si è un po’ chiuso in sé stesso rimanendo in balia degli eventi senza reagire. 

Ringrazia molto Amadeus che, chiamandolo per Sanremo, gli ha permesso di stare in mezzo a molte persone facendolo sentire davvero meglio.

Omaggio all’eterna Raffaella Carrà

L’Ariston si scatena e poi premia con la standing ovation un assaggio in anteprima mondiale del musical dedicato a Raffaella CarràBallo Ballo“, tratto dal film “Explota Explota“.

I brani sono riarrangiati dal Maestro Leonardo de Amicis.

L’assegnazione dei premi

Il Premio della Critica “Mia Martini” lo vince Massimo Ranieri.

Gianni Morandi si aggiudica il Premio della Sala Stampa “Lucio Dalla”, mentre il Premio “Sergio Bardotti” per miglior testo, assegnato dalla commissione musicale, va a Fabrizio Moro.

Premio “Giancarlo Bigazzi” per la miglior composizione musicale viene assegnato a Elisa.

massimo-ranieri-gianni-morandi-fabrizio-moro-elisa

La classifica dal quarto al venticinquesimo posto

  • 4) Irama
  • 5) Sangiovanni
  • 6) Emma
  • 7) La Rappresentante di Lista
  • 8) Massimo Ranieri
  • 9) Dargen D’Amico
  • 10) Michele Bravi
  • 11) Matteo Romano
  • 12) Fabrizio Moro
  • 13) Aka 7even
  • 14) Achille Lauro feat. Harlem Gospel Choir
  • 15) Noemi
  • 16) Ditonellapiaga e Rettore
  • 17) Rkomi
  • 18) Iva Zanicchi
  • 19) Giovanni Truppi
  • 20) Highsnob e Hu
  • 21) Yuman
  • 22) Le Vibrazioni
  • 23) Giusy Ferreri
  • 24) Ana Mena
  • 25) Tananai

Il podio di Sanremo 2022

A malincuore arriviamo al podio che, per quanto mi riguarda, sfiora la blasfemia:

  1. Mahmood e Blanco, “Brividi
  2. Elisa, “O forse sei tu
  3. Gianni Morandi, “Apri tutte le porte

L’anno scorso abbiamo fatto un’ottima figura all’Eurovision con i Måneskin. Riusciranno i nuovi vincitori a tenergli testa?

Ho i miei dubbi.

The Parallel Vision ⚭ _ Myra Verdura)
(Foto: © Rai)

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: