Cultura

De Vito: “I Municipi di Roma diventino singoli Comuni”

Il Progetto De Vito: “I Municipi di Roma diventino singoli Comuni”

Con un’estensione superiore di circa 10 volte rispetto alla città di Milano e con 50 milioni di presenze l’anno (prima dell’emergenza Covid), Roma ha il diritto di vedersi riconosciuto uno status degno della Capitale d’Italia“: è quanto dichiara in una nota il presidente dell’Assemblea Capitolina, Marcello De Vito

Una Capitale che deve saper parlare al mondo, ma che al tempo stesso deve saper offrire risposte ai suoi cittadini. Una duplicità difficile e senza dubbio da rivedere”.

colosseo-albero-cielo
(Foto: © The Parallel Vision)

“Numeri da città media per i Municipi di Roma”

Basti pensare che i 15 Municipi che governano Roma hanno numeri di residenti pari a quelli di città italiane di media estensione e, nonostante questo, non possono contare su risorse che spetterebbero a territori tanto vasti“.

Così come la Roma Capitale d’Italia dovrebbe poter contare su risorse e poteri proporzionati alla sua grandezza immaginando un Bilancio separato da quello dei municipi per far fronte a costi che le derivano dal fatto di essere – appunto – una Capitale“.

“Da una Capitale grande a una grande Capitale”

Non possiamo più aspettare” continua De Vito.

È arrivato il momento di passare da una Capitale grande a una grande Capitale“.

Ma, per realizzare un compito tanto impegnativo, è necessario individuare una metodologia di lavoro da condividere con le diverse forze politiche rappresentate nei differenti livelli istituzionali. Per questo oggi siamo qui, per una visione comune nella direzione della prossima consiliatura costituente”.

Le direttrici per un lavoro condiviso potrebbero partire anche da una proposta di Delibera di Assemblea Capitolina che articoli il territorio del Comune di Roma Capitale in più Comuni, nel rispetto della legge Del Rio, comma 22 art. 1. Una proposta consiliare cui potrebbero seguire proposte ulteriori: a livello regionale, con una legislazione in materia di costituzione di nuovi Comuni, con l’adeguamento di competenze e funzioni degli attuali municipi di Roma Capitale“.

A livello nazionale – approfittando dell’ampia maggioranza parlamentare – con la condivisione tra le diverse forze politiche di un modello forte di governance per Roma Capitale, in grado di superare le divisioni che hanno caratterizzato quest’ultimo decennio“.

E addirittura a livello europeo con la proposta ai nostri rappresentanti italiani di un atto parlamentare a sostegno di uno statuto europeo per le Capitali degli stati membri” conclude il presidente dell’Assemblea Capitolina.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)
(Foto: © The Parallel Vision)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: