Arte

“Metaforamorfoses”, Silveira in mostra da Dorothy Circus

Rafael Silveira sarà il protagonista di "Metaforamorfoses", la nuova mostra della Dorothy Circus Gallery in programma per giovedì 25 giugno.

“Metaforamorfoses”, Rafael Silveira in mostra da Dorothy Circus Gallery

Rafael Silveira (Paraguanà, 1978) è un artista brasiliano che vive a Curitiba. E sarà lui il protagonista di “Metaforamorfoses“, la nuova mostra della Dorothy Circus Gallery (Via dei Pettinari 76) in programma per giovedì 25 giugno.

Metaforamorfoses” è la prima esposizione personale di Silveira alla DCG e per l’occasione l’artista presenterà una serie inedita di 12 dipinti ad olio su tela.

Opere che racchiudono una ricca simbologia e i colori gioiosi tipici del Sud America, che invitano a essere resilienti e a scoprire le nuove opportunità del cambiamento.

Il tema della metamorfosi, elaborato da Silveira molto prima dell’attuale emergenza globale, diventa ora ancor più significativo e quindi estremamente attuale.

Metaforamorfoses” è quindi una parola inventata, frutto della poetica fusione tra le parole brasiliane “metafora” e “metamorfose”, che si riferiscono alle simboliche mutazioni vissute dai personaggi raffigurati dal Silveira durante questo viaggio surreale che conduce il visitatore alla scoperta di un personale percorso catartico.

Metaforamorfoses” sarà aperta al pubblico su appuntamento fino al 25 luglio 2020.

L’autore

Dopo svariati anni nell’ambito della comunicazione e del graphic design, Rafael Silveira ha iniziato una brillante carriera da pittore.

La sua arte è caratterizzata da grandi tele, molto realistiche e iperdettagliate, le cui elaborate cornici ricordano esse stesse delle sculture create come parte dell’opera nella sua interezza.

I quadri surrealisti di Silveira sono profondamente influenzati dal lavoro di grandi maestri come Arcimboldo e Magritte.

Silveira prende ispirazione dai vintage b-movies, così come dalle pellicole di Robert Rodriguez, Quentin Tarantino, David Lynch, Wes Anderson e Charlie Kaufman.

Rafael Silveira ha esposto il suo lavoro in tutto il mondo dall’America all’Europa.

Le mostre

Tra le mostre personali, si ricordano le più recenti:

  • nel 2015 “Mind’s Eye Funfair”, Atomica Gallery, London (UK)
  • nel 2014 “Unforeseeable”, Jonathan Levine Gallery, NY(USA)
  • nel 2013 “Invisível Pitoresco”, Choque Cultural Gallery, São Paulo (Brasile)
  • nel 2011 “Curiosa Symphonia para Orquestras de Cores e Formas”, Choque Cultural Gallery, São Paulo (Brasile)
  • nel 2008 “Candy Eating Contest”, Arold Golen Gallery, Miami (Florida)

Tra le collettive menzioniamo:

  • nel 2015 “Oh, The Places We Have Been: Redescovering the Past”, Jonathan Levine Gallery, NY
  • nel 2014 “Tupy or not Tupy”, Oscar Niemeyer Museum, Curitiba (Brasile)
  • nel 2013 “Carta Canta”, Antonio Colombo Arte Contemporanea, Milano, (Italia)
  • “The Blab! Show”, Copro Nason Gallery, Santa Monica (CA)
  • “Poster Arte Design”, Aloísio Magalhães Museum of Modern Art, Recife (Brasile)

Tra le mostre istituzionali si ricordano:

  • “Circonjecturas” (2017, Museu Oscar Niemeyer)
  • “Circonjecturas” (2018, Centro Cultural Fiesp)
  • “Circonjecturas” (2019, Caixa Cultural Brasília)

Pubblicazioni

La sua monografia “Rafael Silveira”, edita da Editora Sesi-SP, è stata scritta dal curatore e critico d’arte Agnaldo Farias (curatore in occasione di alcune Biennali di Sao Paulo e primo curatore di istituzioni brasiliane di rilievo come il MAM/RJ – Rio de Janeiro Modern Art Musium e il MON – Oscar Niemeyer Museum).

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: