Fotografia

Inge Morath, una retrospettiva al Museo di Roma in Trastevere

Lunga e intensa è stata la vita e l’attività artistica di Inge Morath, fotografa austriaca e membro dell’Agenzia Magnum, la cui parabola creativa è raccontata fino al 19 gennaio 2020 negli spazi del Museo di Roma in Trastevere.

INGE MORATH. La vita. La fotografia” è una retrospettiva curata da Marco Minuz, Brigitte Blüml – Kaindl e Kurt Kaindl, organizzata da Suazes in collaborazione con Fotohof e Magnum photos e con il supporto di Zètema Progetto Cultura. La mostra è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

In esposizione ci sono circa 140 fotografie e decine di documenti originali, il tutto suddiviso in 15 sezioni: “La nuvola della vita“, “Venezia“, “Spagna“, “Iran“, “Cina“, “Ritratti“, “Russia“, “Regno Unito e Irlanda“, “Austria, la terra natia“, “Le maschere di Saul Steinberg“, “Romania“, “Francia“, “Stati Uniti d’America“, “Roxbury, il buen retiro” e “L’ultima fotografia“.

Il sodalizio artistico con Henri Cartier-Bresson, il matrimonio con Henry Miller, la sua inesauribile voglia di viaggiare e di scoprire: Inge Morath fu attenta e appassionata divoratrice di cultura in tutto il mondo, mantenendo per l’Italia sempre un ruolo privilegiato. Fu infatti a Venezia che iniziò la passione per la fotografia di Inge, quando per la prima volta rivolse il suo obiettivo verso i luoghi meno frequentati e i quartieri popolari della città, cogliendo le persone nella loro quotidianità.

Mentre fu tra i 2 viaggi intercorsi verso Roma che la fotografa si affermò definitivamente. Che si trattasse di celebrità o di gente comune, di singole persone o di comunità, le sue sono immagini che sanno cogliere le intimità più profonde dei soggetti. Nel corso della sua carriera, la Morath ritrasse grandi personaggi come Henri Moore, Alberto Giacometti, Jean Arp, Pablo Picasso, André Malraux, Doris Lessing, Philip Roth, Igor Stravinskij, Yul Brynner, Audrey Hepburn, Marilyn Monroe, Pierre Cardin, Fidel Castro. Ma anche la casa di Boris Pasternak, la biblioteca di Puskin, la casa di Cechov, gli studi di artisti permeate dallo spirito delle persone che vi avevano vissuto.


INFO MOSTRA

– Titolo:
INGE MORATH. La vita. La fotografia

– A cura di:
Marco Minuz, Brigitte Blüml – Kaindl e Kurt Kaindl

– Dove:
Museo di Roma in Trastevere – Piazza Sant’Egidio 1b

– Durata:
Fino al 19 gennaio 2020

– Orario visita:
Da martedì a domenica dalle 10 alle 20

– Biglietti:
con integrazione di € 3,50 come segue:
biglietto unico comprensivo di ingresso al Museo e alla Mostra per l’importo di € 9,50 intero e di € 8,50 ridotto, per i non residenti; biglietto unico comprensivo di ingresso al Museo e alla Mostra per l’importo di € 8,50 intero e di € 7,50 ridotto, per i residenti.
Gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente.
Per i possessori della MIC Card l’ingresso al museo è gratuito.

– Info:
060608

(© The Parallel Vision  ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...