Fotografia

Magnum Manifesto, l’occhio del mondo in mostra all’Ara Pacis

Centinaia di meravigliose fotografie sono esposte all’interno del Museo dell’Ara Pacis fino al 3 giugno per celebrare i 70 anni di vita della Magnum Photos, la più importante agenzia fotogiornalistica mondiale fondata nel 1947 da quattro fotografi leggendari come Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, George Rodger e David Seymour. Non solo un’occasione per ammirare opere emozionanti, ma anche la chance di ripercorrere tantissimi fatti di impatto mondiale attraverso l’occhio sapiente di decine di fotografi provenienti da tutto il globo.

Magnum Manifesto“, curata da Clément Chéroux, offre al pubblico una selezione di lavori rari e inediti che raccontano gli Stati Uniti, il Sud America, il Mediterraneo e i viaggi dei migranti, la fine del comunismo e la caduta del Muro. Fino ai viaggi dei nomadi, al Concorde, alle tecniche di pesca tradizionali, a storie di morte e di tossicodipendenza.

Una mostra lunga e ricchissima che si articola in tre sezioni, disegnate secondo un criterio cronologico. La prima parte, “1947-1968“, incentrata sui diritti umani e sul tentativo da parte dei fotografi Magnum di difendere il concetto di universalità, denunciando qualunque tentativo di negarla. La seconda, “1969-1989“, dove gli associati dell’agenzia sono coinvolti nel mondo pubblicitario ma hanno comunque modo di realizzare progetti editoriali personali dove raccontano storie di “dissomiglianze”, attratti da tutto ciò che è alieno, selvaggio, folle, emarginato.

L’ultima sezione, “1990-2017“, documenta la crescita di mostre e appuntamenti culturali legati alla fotografia e sottolinea il rilievo sempre maggiore che acquisisce il “fotografo-artista”. Molti alla Magnum si dedicano a immortalare tutto quello che sembra stia per scomparire, in un approccio postmodernista secondo cui non può nascere nulla di nuovo se prima non muore qualcos’altro.

All’Ara Pacis trovate dunque le opere di decine di fotografi come Eve Arnold, René Burri, Robert e Cornell Capa, Jim Goldberg, Olivia Arthur, Lu Nan, Trent Parke, Martin Parr, Paolo Pellegrin, Werner Bischof. A completare “Magnum Manifesto” c’è anche tanto materiale cartaceo da leggere e consultare come articoli, copertine di riviste, libri. E un video finale che vuole dar voce ai membri dell’agenzia, plasmato con parole e immagini e basato sui frequenti scambi epistolari dei fotografi.

La mostra è alla sua prima tappa europea (e unica italiana) ed è veramente affascinante e sorprendente. I pochi scatti che ho inserito qui vi possono solo dare una minima idea di quello che vi aspetta!

Magnum Manifesto” è aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30. Biglietto solo mostra: 11 euro, ridotto 9 euro + prevendita 1 euro. Il Museo dell’Ara Pacis si trova sul Lungotevere in Augusta. L’evento è organizzato da Contrasto e Magnum Photos 70 assieme a Zètema Progetto Cultura.

The Parallel Vision ⚭ _ Paolo Gresta)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...