Intervista

#Intervista: Mirkoeilcane, “quanno se scherza bisogna esse seri”

Classe 1986 Mirko Mancini in arte Mirkoeilcane, già vincitore del Premio Bindi e di Musicultura 2017, dal 6 al 10 febbraio sarà in gara per la 68° edizione del Festival di Sanremo nella categoria “Nuove Proposte”, diretto dal M° Fio Zanotti con il brano “Stiamo tutti bene”. Le tematiche sociali e i rapporti affettivi figurano spesso al centro delle sue canzoni.

A giugno 2017 Mirkoeilcane vince Musicultura e a luglio firma un contratto discografico con l’etichetta Fenix Entertainment. In questi primi giorni di febbraio uscirà anche il suo nuovo album “Secondo me” e proprio con questa attesa novità discografica si apre la nostra intervista al cantautore romano che, con semplicità e una scrittura che arriva dritta al cuore, convince pubblico e critica.

27067761_2008191376088411_4526742490839063847_nMirko, iniziamo dal titolo del nuovo album “Secondo me” e mi piacerebbe chiederti quanto sia importante avere un’opinione personale, soprattutto oggi.
Io credo sia la cosa più importante di tutte visto che quello che manca, soprattutto di questi tempi, è proprio avere un’opinione personale o meglio, ci si basa spesso su opinioni supportate da canali di vaga veridicità.

La consapevolezza o opinione da formare con più urgenza quale potrebbe essere?
La cosa che più mi preme è che si ritorni ad una individualità che stia a significare che ognuno sappia sviluppare le proprie capacità, non per forza artistiche o chissà di quale tipo. Mi sembra che attualmente ci sia una corsa nel somigliare il più possibile a “quello dopo, a quello prima, a quello più famoso, quello più bello”. Io invece sono dell’opinione che è tanto bello essere diversi, distinguibili.

SECONDO_ME_cover_album_bIl 9 febbraio sarà la data zero del tuo nuovo album. La parola chiave che potrebbe associare le 11 tracce tanto attese quale potrebbe essere?
Forse è contenuta in una frase di Alberto Sordi ne “Il Marchese del grillo“: “Quanno se scherza bisogna esse seri”.

Quali sono i tuoi cantautori di riferimento e tra questi qual è quello con il quale ti piacerebbe scrivere un brano?
Se volessimo andare un pochino indietro nel tempo ti parlerei di De Gregori, di Lucio Dalla, di Ivano Fossati e Stefano Rosso. Dei più contemporanei uno su tutti è Samuele Bersani che poi sarebbe anche quello con cui mi piacerebbe scrivere un brano e cantarlo. Ma ammiro tantissimo tutti quelli della scuola romana come Fabi, Silvestri, Gazzè perché sanno tutti il fatto loro in termini di scrittura e li apprezzo tantissimo.

A chi vuoi dedicare l’avventura sanremese che a breve raggiungerà l’apice?
A Maria, una donna coraggiosa.

Ma guarda te la iella proprio a me doveva capitare
4 giorni su ‘sta barca e intorno ancora solo mare
ma ti pare giusto uno va in vacanza per la prima volta
e quelli li davanti son capaci di sbagliare rotta
– Stiamo tutti bene –

Fra le tue molte tematiche canti il sistema sociale. Una delle canzoni che a me piace ricordare per esempio è “Profili (a)sociali”. A Sanremo porti un tema più delicato e tragicamente attuale. Perché questa scelta? E non hai avuto paura di risultare scontato (passami il termine)?
Ti dirò la verità: questo brano era parte di un album. Poi, in un secondo momento, è stato deciso di portare proprio questa canzone a Sanremo e la volontà era quella di non apparire semplicemente come una voce fuori dal coro. Mi batto sempre perché qualsiasi cosa io faccia mantenga la mia firma, cerco di non somigliare a “qualcosa”. Sai, dici “vado a Sanremo, puoi rischiare di fare un pezzo classico con ritornello e melodia, giusto per l’occasione“. La mia scommessa è stata pensare “meraviglioso andare a Sanremo, quale onore, però io sono questo e se ci devo andare ci devo andare così come sono!”.

Il tuo brano “Stiamo tutti bene” è stato definito in moltissimi modi: coraggioso, rischioso, emozionante. Ma se tu lo volessi definire?
Al di là di tutto lo definisco la cronaca di un viaggio dal punto di vista più spontaneo e innocente che esista: quello del bambino.

Stiamo tutti bene-Mirkoeilcane_CopertinaMirko oltre la musica: la tua passione più grande?
Con estrema banalità mi piace molto leggere, ma questo non significa che io sia una specie di Leopardi dell’era moderna. Faccio cose normalissime quali giocare a calcetto, giocare con la Playstation, mi piace guadagnarmi un po’ di tempo per stare da solo e quando sto da solo mi piace leggere e scrivere. Però insomma sono di compagnia, in realtà!

L’avventura Sanremese? Hai qualche paura?
Forse non è un sentimento da cantautore, però la paura che posso immaginare di provare potrebbe essere quella di rimanere “quello della canzone sugli immigrati a Sanremo”. Mi piacerebbe che tutta questa esperienza portasse una visibilità rispetto alla canzone ma ancora di più che si scopra quello che ho fatto. È da un po’ che mi batto per essere un cantautore e mi piacerebbe che questo fosse valutato alla stessa maniera della canzone in sé.

26903767_2006027906304758_3086075546555673399_nL’invito che rivolgi a chi legge e a chi ti ascolterà per Sanremo e per l’uscita del nuovo album?
Sicuramente la cosa che io sostengo è una volontà di tornare a dare un certo ruolo alla musica, di qualsiasi fattura sia. Ritengo estremamente importante che in una canzone per essere definita tale ci sia un messaggio, quella cosa che ti fa dire alla fine della canzone “ah vedi, non ci ho mai pensato” oppure “sembra parli di me“. Invece osservo tristemente che le produzioni propongono per lo più cose per accompagnare lo shopping nel centro commerciale. Vorrei che ci fosse più pazienza per ascoltare la musica, che non è una cosa così banale. A volte la musica ha un ruolo definito e cattivo però vorrei che in questo caso, nel caso della mia partecipazione a Sanremo, le persone si mettano sedute sul divano a dedicare tempo al testo.

Info:
Pagina Facebook Ufficiale

The Parallel Vision ⚭ ­_ Raffaella Ceres)

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...