Cultura

Musica dal vivo in Italia, ecco i numeri di KeepOn sui locali del circuito

Sono 289 i live club in tutta Italia che compongono il circuito KeepOn, la rete nazionale dedicata a locali, festival, radio, agenzie di booking e a tutti quelli che lavorano all’interno della musica dal vivo. Non sono tantissimi, è vero, ma il Live Club Report redatto da KeepOn a settembre, durante il meeting di Milano e Bologna, offre lo spunto per una riflessione interessante sullo stato della musica suonata all’interno dei locali (279 al momento dello studio).

KeepOn infatti ha inviato, come ogni anno, un questionario al quale i gestori dei club hanno risposto in forma anonima, servito a fotografare l’andamento delle loro attività alla fine della stagione live indoor 2016. Dall’analisi dei risultati, comparati con gli anni precedenti, sono emersi alcuni dati rilevanti.

report-musica-dal-vivo-keepon-3

Innanzitutto, dal 2014 ad oggi il pubblico di musica live è cresciuto del 12,4%, generando ricavi nel periodo 2012-2014 per 2,9 miliardi di Euro. I locali presi in considerazione sono stati quelli che programmano per almeno 2/3 musica originale, dispongono di un impianto audio residente e di un palco.

Un dato importante è rappresentato dalla mancanza di politiche locali e nazionali che vengano in aiuto dei gestori contro la fortissima crisi dei consumi che sta erodendo le loro casse.

report-musica-dal-vivo-keepon-1

Un problema al quale questi rispondono riducendo sensibilmente le dimensioni dei locali, risparmiando sui tecnici di palco e puntando a nuovi incassi con la diversificazione dei servizi (non a caso crescono sensibilmente i locali forniti di cucina).

Nonostante le difficoltà, le persone che hanno fruito di musica live tra il 2014 e il 2015 sono state 5.760.000, mentre nel 2015/2016 sono state 6.578.000. Più 818mila, quindi, con un aumento anche per quello che riguarda gli artisti coinvolti, che segna un +28,4%. La quantità di concerti, invece, è rimasta invariata (605 a settimana).

report-musica-dal-vivo-keepon-2

In Italia, in generale, è l’Emilia Romagna la regione che fa da traino per numero di live club iscritti al circuito (45). Seguono Lombardia (30), Piemonte (26), Veneto (22) e Sicilia (20). In fondo alla classifica ci sono invece Sardegna (4 club), Basilicata (3) e Molise (1).

Altro dato rilevante è la cifra spesa dai locali per pagare cachet e alloggio agli artisti ingaggiati. 203 spendono meno di 5.000 Euro al mese di compensi, mentre 51 ne spendono tra 5.000 e 10.000 e 25 oltre 10.000 Euro.

debora-petrina-na-cosetta-roma-2016_3578

Debora Petrina © The Parallel Vision

La spesa media mensile per gli alloggi degli artisti, invece, è di circa 679 Euro al mese e 8.148 Euro annui. Mensilmente, i locali spendono in media 731 Euro per il servizio SIAE (8.772 Euro annui).

Infine, alla domanda su quali siano le spese aumentate maggiormente rispetto alla passata stagione, i gestori dei locali hanno risposto il 35,7% enel e gas, il 21,4% food&beverage, il 14,3% cachet dei gruppi, il 14,3% personale e servizi e il 7,1% in affitto e spese di SIAE.

report-musica-dal-vivo-keepon-5

A QUESTO LINK potete scaricate la prima parte del Live Club Report di KeepOn. Mentre QUI trovate la seconda parte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...