Cultura

V-Market, migliaia in delirio per il mercato vintage di Roma

Era domenica, il tempo non invogliava di certo a uscire e per di più c’era il campionato. Niente (o poco) lasciava presupporre l’enorme affluenza che invece si è vista ieri al V-Market di Angela Sessa e Martina Fiori, l’appuntamento con il vintage e l’artigianato che si è tenuto all’interno dell’ex Caserma Guido Reni, nell’ambito di Outdoor Festival 2016.

Sono state migliaia, infatti, le persone che dalle 11 di mattina fino alle 21 hanno preso d’assalto i padiglioni della struttura di Via Guido Reni, di fronte al MAXXI di Roma. Ragazze, tante. Ma anche tantissime famiglie che hanno scelto il V-Market per passare un weekend diverso, nonostante il cielo carico di nuvole minacciose.


Un successo del genere non potevano immaginarlo neanche gli oltre 160 espositori del V-Market di ieri pomeriggio. “C’era un sacco di gente, ma anche un sacco di bei banchi! Ho speso parecchio anche io” mi racconta Marta Giacomini, in arte MàGia. “Angela e Martina poi fanno sempre un lavorone, infatti parlando con gli altri espositori sono rimasti tutti molto contenti!“.

Immaginavo esattamente questa situazione“, continua Alessandra, titolare di Von Kitch. “Tanta gente, tanti bellissimi espositori, un afflusso enorme di gente. Una figata, insomma! Penso che oggi (ieri, ndr) siano stati tutti contenti“.


Tra i padiglioni dell’ex caserma, infatti, non si riusciva letteralmente a camminare e c’è stata fila all’ingresso fino al tardo pomeriggio. Un grande successo anche per Outdoor Festival, che con un solo biglietto ha dato al pubblico la possibilità di visitare le sue enormi installazioni di arte contemporanea e il V-Market.

Questo è il mio secondo V-Market qui alla Guido Reni e il quarto in assoluto“, ricorda Barbara di Mutandine Facili da Togliere, il brand di lingerie creato assieme a Sara. “Il pubblico venuto a trovarci fino ad ora è stato molto vario, diciamo comunque che sono state soprattutto donne tra i 30 e i 40 anni. Persone più disposte a giocare, ecco“.


Al primo V-Market, invece, Flavia Biagioni, ovvero La Rompipallet, che ha portato il suo design d’arredo in legno riciclato e tubi idraulici. “Ho cominciato 5 anni fa lavorando il legno scrostato, poi sono passata al pallet e adesso lo smonto e lo rendo legno invecchiato con stratificazioni di colori. Quindi legno di riciclo che poi trasformo in un’altra cosa“. Il pubblico sembra aver gradito. “Mi aspettavo una situazione molto figa ed è una situazione molto figa! Immaginavo esattamente una cosa del genere, anche se forse ho speso più di quanto ho incassato!“.

Tanta partecipazione, giornata molto bella! È importante che ci siano posti del genere che riescono, in una domenica, a portare così tanta gente“, conclude Caterina di Alement. “E poi non è vero che ti vedono solo come il ‘bancarellaro’. Anzi, sono molto incuriositi e fanno sempre tante domande! Roma riesce a fare ancora i numeri grazie a posti del genere, uno spazio davvero europeo“.


Prossimo appuntamento: domenica 20 novembre al Quirinetta Caffè Concerto di Roma. Preparate la macchina fotografica e cercate di risparmiare fino a quel momento.

Info:
Pagina Facebook Ufficiale
Sito Ufficiale

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...