Cultura Live report Musica

Musica, video, pittura e illustrazioni: Gerardo Casiello suona “Alcuni Piccoli Film”

Una presentazione che in realtà è stata una sorta di “spettacolo totale”, quella di ieri sera al Teatro India di Roma. In scena, infatti, Gerardo Casiello e la sua band proponevano al pubblico romano i nuovi pezzi di “Alcuni Piccoli Film“, secondo album del musicista campano che sul palco dello spazio di Lungotevere Gassman 1 si è fatto affiancare da tanti amici e artisti illustratori, dando vita a una serata ricca, divertente, piena di energia.

Casiello ha suonato pianoforte, chitarra e organo Hammond assieme ad Antonio Ragosta (chitarre), Emiliano Pallotti (fisarmonica), Stefano Napoli (contrabbasso) e Pasquale Angelini (batteria), accompagnato inoltre da Marco Guidolotti, Claudio Corvini, Enzo De Rosa e Torquato Sdrucia. Interventi d’eccezione sono stati quelli della pianista Rita Marcotulli e di Riccardo Tesi, compositore e organettista folk di Pistoia. Il livello qualitativo del materiale prodotto in sala è stato, neanche a dirlo, eccellente, a partire dall’esecuzione dei pezzi, passando per l’acustica del Teatro (ottima) e arrivando alla straordinaria atmosfera creata dal light-designer Nicola Voso, il quale proiettava su un enorme telo trasparente dei mini-filmati realizzati da Casiello assieme a grandi artisti visuali. Telo che si trovava proprio davanti ai musicisti, creando quindi un effetto suggestivo per il quale la band suonava dal vivo e nel frattempo veniva “raccontata” dalle immagini che gli scorrevano davanti, il tutto sotto la regia di Giuseppe Giannattasio.

Una serata magnifica, dunque, iniziava con un breve monologo dell’attore Federico Rosati e terminata con tutti i musicisti e gli artisti chiamati da Gerardo sul palco. Durante il concerto, infatti, Riccardo Mannelli, Laura Scarpa, Pierdomenico Sirianni e Amedeo Nicodemo hanno disegnato o dipinto opere originali in tema con le canzoni suonate. Uno splendido clima positivo e di festa ha scandito l’evento dell’India, Gerardo Casiello è apparso sereno, sicuro e soprattutto felice di uno spettacolo “autoprodotto“, come ci tiene a precisare, che ha riempito il Teatro romano accorso a festeggiare l’erede di “Contrada Casiello” del 2009. Se avete voglia di saperne di più su questo interessante musicista di Benevento, A QUESTO LINK trovate maggiori informazioni su di lui. 

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: