Cultura Musica

“Poiesis”, il disco sulla tradizione classica napoletana

Esce “Poiesis”, il disco che indaga la tradizione classica napoletana

Dal 29 ottobre è disponibile in tutti i digital stores “Poiesis”, il primo album del violinista Rocco Roggia e del pianista Riccardo Natale.

Il disco è il risultato di un lungo lavoro di studio e ricerca che i 2 musicisti hanno eseguito sui più importanti compositori della musica della tradizione classica napoletana di ‘800 e inizio ‘900.

Infatti, il progetto raccoglie i brani – per la prima volta nella storia registrati professionalmente – di Giuseppe Martucci, Alberto Curci, Alfredo D’Ambrosio e Luigi de Felice

mani

Il disco: perché il titolo “Poiesis”

Gli autori presentati in “Poiesis” sono tra i primi che, nonostante ai tempi godessero di una fama internazionale, composero opere anche per il popolo, andando così a superare il tradizionale confine tra “musica colta” e “musica popolare”. 

Rocco Roggia e Riccardo Natale, spiegando il motivo della scelta del titolo, affermano:

I Greci chiamavano ποίησις l’arte derivata dal verbo ποιέω, che significa ‘fare, produrre’, creare qualcosa che prima non esisteva“.

La creazione aveva quindi a che fare, nel pensiero greco, col mettere al mondo qualcosa, dandole vita propria“.

Questa concezione della creazione artistica come atto concreto, rilegato dunque alla realtà di tutti i giorni, è il tratto comune che abbiamo ritrovato nello studio di questi autori“.

Tutti i brani proposti sono l’esempio di come ‘il genere colto’ (gli autori godevano tutti di fama internazionale) abbia sentito fortemente l’esigenza di scrivere per il popolo nel linguaggio del popolo“.

Il mondo della ‘musica colta’ decide di mescolarsi a quello della ‘musica popolare’ sgretolando completamente il confine che li ha sempre separati“.

Il risultato di questa fusione è un riconoscimento nei sentimenti più comuni che contraddistinguono la napoletanità“.

La tracklist

  1. Alfredo D’Ambrosio: Serenata op. 4
  2. Alfredo D’Ambrosio: Canzonetta op. 6
  3. Alfredo D’Ambrosio: Aria op. 22
  4. Alfredo D’Ambrosio: Introduzione e Humoresque op. 25
  5. Giuseppe Martucci: Sonata per violino e pianoforte op. 22 (I Mov. Allegro appassionato; II Mov. Andante con moto; III Mov. Allegro molto)
  6. Luigi de Felice: Impressioni zingaresche
  7. Alberto Curci: Polacca per violino e pianoforte

Informazioni

Il disco, che è stato presentato in anteprima ad agosto all’Appia Antica Chamber Music Festival e successivamente a settembre al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia di Roma, è stato prodotto da Promu Label che riconferma il suo impegno a investire sui giovani talenti e a offrire al mercato musicale classico prodotti sofisticati e di alta qualità.

Poiesis” è supportato da “Musitaly”, iniziativa patrocinata dal Parlamento Europeo e dal Ministero della Cultura, che si propone di sviluppare e promuovere il meglio della musica Made In Italy nel mondo.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: