Cultura Musica

Guido Maria Grillo, a marzo il nuovo Ep. Intanto il singolo

Guido Maria Grillo, a marzo arriva il nuovo Ep. Intanto il singolo

Canzone napoletana contemporanea, echi del Mediterraneo, tracce di elettronica e di musica araba, incontri tra culture e tradizioni, le radici partenopee e la parentela con Totò.

Questo, in sintesi, è Guido Maria Grillo, giovane cantautore apolide che abbiamo intervistato su The Parallel Vision lo scorso anno.

Il primo singolo, “A chi tene ‘o core”, sarà disponibile su tutte le piattaforme dal prossimo 20 gennaio ed anticipa l’Ep che sarà pubblicato a marzo 2021.

Si tratta di un’esortazione ad affrontare le difficoltà e il mal di vivere con coraggio e determinazione (trad. “chi non ha cuore vive senza vita e muore senza nome”), una forma di Resistenza individuale e collettiva alle avversità che, in questo periodo di difficoltà e affanno globale, rischiara gli orizzonti ed offre una prospettiva di sopravvivenza e rinascita.

A chi tene ‘o core” è scritta ed arrangiata da Guido Maria Grillo.

Il videoclip è quasi interamente girato nel territorio di Riace, Comune noto per le sue politiche di integrazione e dialogo tra culture.

ragazzo-barba-bandana-orecchini
(Foto: Jacopo Emiliani)

L’autore

Immerso nell’arte fin da piccolo (nella casa materna, della famiglia De Curtis, zeppa di quadri dello zio pittore, echeggiavano arie d’Opera intonate dal nonno tenore e violinista e da un altro zio, grande esperto di Giacomo Puccini), Guido Maria Grillo è cresciuto ascoltando Tenco, Jeff Buckley, la grande canzone napoletana, Fabrizio De André (a cui ha dedicato la sua tesi di laurea in Filosofia).

Da sua madre, discendente del “Principe” Totò e docente di Storia dell’arte, ha ereditato vocalità e passione per l’arte figurativa.

La sua musica è sintesi del mondo da cui proviene ed è intrisa di malinconia, romanticismo, tradizione, emotività e, contestualmente, offre una nuova prospettiva sulla contemporaneità.

Suoni e armonie classiche dialogano con elettronica e sonorità moderne.

L’incontro tra contemporaneità e tradizione culmina nell’intreccio di italiano e dialetto napoletano che si contaminano naturalmente, condividendo un suono, un timbro, una simbologia

L’utilizzo del dialetto e il richiamo ad armonie e sfumature melodiche tipiche della canzone partenopea classica raccontano la sua radice musicale, ne celebrano la bellezza e la traghettano nella contemporaneità del suo personale mondo musicale.

Note biografiche

Guido Maria Grillo è nato a Salerno.

Si è laureato in Filosofia con una tesi dal titolo “Lotta politica e sentimento religioso ne La buona novella di Fabrizio De André” ed è musicista, cantautore, autore per il teatro e scrittore.

Dal 2009 a oggi ha pubblicato 3 album, un Ep e un singolo (Startup/Warner Music).

Ha collaborato con Levante, Musica Nuda, Cristiano Godano, Paolo Benvegnù e aperto concerti di Rufus Wainwright, Anna Calvi, Avion Travel, Marlene Kuntz, Musica Nuda, Paolo Jannacci, Niccolò Fabi, Levante e altri.

Nel 2011 è stato ospite al Premio Tenco per la presentazione della compilation “Come fiori in mare”.

Nel 2016, in duetto con Levante, ha realizzato un clip live di “Salsedine“, sua canzone contenuta nel terzo album.

Guido ha vinto il Premio Bruno Lauzi 2017.

The Parallel Vision ⚭ ­_ Redazione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: