Cultura Festival Letteratura libri

La Casa delle Letterature di Roma ospita una serata-omaggio per John Fante, lo scrittore più amato da Charles Bukowski

Malato di diabete, divenuto cieco a causa della malattia e dopo aver subìto anche l’amputazione di entrambe le gambe, John Fante è stato uno scrittore per lungo tempo dimenticato, che grazie a Charles Bukoswki e alla ripubblicazione delle sue opere venne finalmente riconosciuto come uno dei più grandi autori americani contemporanei.
Da “Chiedi alla Polvere” a “La Confraternita dell’Uva“, passando per “Aspetta Primavera, Bandini“, i romanzi di John Fante ti lasciano un marchio indelebile, bruciano la carne e logorano l’anima. Impossibile scendere a compromessi con l’autore che Bukowski stesso definì “il migliore scrittore che abbia mai letto” e “il narratore più maledetto d’America“, per concludere con “Fante era il mio Dio“. Bukowski non era affatto ubriaco, mentre lo dichiarava. John Fante è stato uno dei più grandi scrittori che gli Stati Uniti abbiano conosciuto.
Lunedì 22 giugno, “Letterature – Festival internazionale di Roma” ospita una serata in omaggio a John Fante, a partire dalle 19 presso la Casa delle Letterature in Piazza dell’Orologio. L’evento, in collaborazione con il Festival letterario “Il Dio di mio Padre” dedicato proprio all’autore statunitense e l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia, è l’occasione per annunciare i tre finalisti del “Premio John Fante Opera Prima” per l’edizione 2015.
Alla presentazione partecipano Maria Ida Gaeta, responsabile della Casa delle Letterature di Roma e membro della giuria tecnica del Premio, Giovanna Di Lello, direttrice artistica del Festival “Il Dio di mio Padre” e Tiziano Teti, Sindaco di Torricella Peligna, il paese nativo del padre di Fante, che dal 21 al 23 agosto ospiterà la decima edizione del Festival.
Il programma dell’incontro prevede la lettura di una lettera di John Fante al padre prima della proiezione del documentario “La Scuola d’Estate” di Jacopo Quadri, introdotto da Luca Briasco e Massimo Gaudioso con la moderazione di Maria Ida Gaeta.
Per finire, si terrà una degustazione di prodotti tipici abruzzesi a cura del GAL Maiella Verde accompagnati dai vini della Cantina Masciarelli.
L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

John-Fante-con-macchina-da-scrivere

3 commenti

Rispondi a grestapaolo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: